agenzia-garau-centotrentuno
L'esultanza di Simeone e Faragò

Cagliari, anche lo Zenit interessato a Simeone?

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Arrivato al Cagliari sul rettilineo finale del calciomercato della scorsa estate per rimpiazzare l’infortunato Pavoletti, Giovanni Simeone potrebbe essere uno dei giocatori a fare le valigie e lasciare la Sardegna nel prossimo futuro.

Il prestito con obbligo di riscatto al raggiungimento di determinati obiettivi, 3 milioni la spesa per il trasferimento temporaneo, 12 più 1 di bonus quelli per l’acquisto definitivo: un investimento non da poco in un reparto abbastanza trafficato considerando il rientro di Pavoletti per la prossima stagione e i vari prestiti come Cerri e Despodov pronti a giocarsi le proprie carte nel 2020-2021 con la maglia rossoblù.

Ecco perché il Cagliari e Simeone potrebbero dirsi addio nel mercato che verrà, tra la società di Via Mameli già impegnata negli investimenti per il riscatto di Marko Rog e per le rate del pagamento di Nahitan Nández e il giocatore che sente le sirene di club impegnati in Europa. Dopo l’interesse dell’Inter, il nome di Simeone sembrerebbe essere entrato nei discorsi interlocutori relativi a Nainggolan, ecco che dalla Russia arrivano indiscrezioni sul possibile tentativo futuro da parte dello Zenit San Pietroburgo per il centravanti argentino.

Secondo fonti vicine all’ex squadra di Luciano Spalletti, infatti, lo Zenit starebbe pensando tra gli altri anche al Cholito per rimpiazzare l’ormai sempre più probabile partente Sardar Azmoun, attaccante iraniano che è finito nei radar soprattutto del Napoli, nonché il suo partner d’attacco Sebastian Driussi, come il Cholito anche lui cresciuto nel florido vivaio del River Plate, richiesta anche dalla Sampdoria.

Con la nuova regola nella limitazione degli stranieri nel campionato russo – solo 8 possibili nell’intera rosa contro il passato che vedeva solo un blocco nei 6 massimi schierabili in campo – l’interesse verso Simeone potrebbe dipendere proprio dalla cessione dei due attaccanti già presenti nel roster dello Zenit, entrambi stranieri. Da quanto trapela dalla Russia, comunque, la squadra di San Pietroburgo sarebbe pronta a mettere sul piatto 15 milioni per il cartellino di Simeone, una cifra che pareggerebbe così quanto speso dal Cagliari tra prestito e riscatto dalla Fiorentina e che renderebbe il bonus da 1 milione l’unico costo sostenuto per il Cholito.

Il futuro di Giovanni Simeone sembrerebbe dunque in bilico, l’ultima parte di campionato e una crescita nei numeri di reti da qui a fine stagione potrebbe cambiare le carte in tavola, ma il Cagliari starebbe comunque riflettendo sull’opportunità di un investimento che, a conti fatti, appare abbastanza oneroso soprattutto considerando il rientro di Pavoletti per la prossima stagione.

Matteo Zizola

 

Al bar dello sport

9 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti