Il derby delle isole va alla Corsica (1-1, 5-2 dcr)

Seconda uscita per la Natzionale Sarda che affronta a Olbia la Corsica di Andrè di Scala.

Al Bruno Nespoli di Olbia le due formazioni scendono in campo per contendersi il Trofeo Simeoni-Simon Mossa: Fischio d’inizio alle ore 20:30.

premi F5, ricarica la pagina o clicca su questo link per aggiornare la diretta

I CONVOCATI 

TABELLINO

SARDIGNA-CORSICA 2-5 dcr (1-1 nella partita regolamentare)
SARDIGNA (4-3-1-2): Aresti (1′ st Ruzittu); Pinna, Cabeccia (1′ st Bianchi), Sirigu (41′ st Pitzalis), Emerson; Nuvoli (41′ st Bianco), Pani (1′ st Giorico) Deiola (13′ st Ladu); Molino (1′ st Congiu); Virdis (1′ st Cocco), Mancosu (1′ st Spano) A disposizione: Vigorito, Ghiani. All. Mereu.
CORSICA (4-4-2): Penneteau N.; Poggi, Bocognano, Coulibaly, Grimaldi; Santelli, Cahuzac, Marchetti (39′ st Massoni), Cavalli; Cabella, Mandrichi (42′ st Anziani). A disposizione: Sollacaro, Cioni, Lippini, Rocchi, Benhaim, Penneteau M., Tramoni, Tomi All. Cavalli.
ARBITRO: Giorgetti Valentin di Bastia.
Assistenti: Marogna e Fanzecco.
RETI: 8′ pt Cabeccia (S), 10′ pt Cabella (C).
AMMONITI: Pinna (S).
NOTE: presenti 1400 spettatori circa. Recupero, 0′ pt, 5′ st.

Nel frattempo, Emerson è il miglior giocatore di oggi per la Sardegna, mentre dall’altra parte il riconoscimento va (ovviamente) a Cabella.

Esultano i calciatori corsi, che si radunano in mezzo al campo insieme ai colleghi sardi! Un bel momento di sport, dopo qualche fallo di troppo durante la gara.

Bocognano contro Ruzittu: ancora GOL, il trofeo Simeoni-Simon Mossa va alla Corsica!

Capitan Bianchi si incarica del terzo rigore: GOL, 3-1

Terzo rigore, Coulibaly contro Ruzittu: altro cucchiaio, GOL! 3-0

È il turno di Ladu contro Penneteau, ancora un rigore PARATO!

Scontro tra portieri: Penneteau contro Ruzittu, GOL con il cucchiaio! Corsica 2, Sardegna 0

Primo rigorista per la Sardegna sarà Emerson, autore di un’ottima gara. PARATO!

I rigori si batteranno davanti alla Curva Sud. Primo calcio di rigore per la Corsica. Cavalli contro Ruzittu: GOL

Triplice fischio del signor Giorgetti! Il trofeo Simeoni-Simon Mossa si deciderà ai calci di rigore!

93′ – Bel colpo di testa di Cocco, ma Penneteau controlla il pallone uscire.

92′ – Siamo già nel recupero al Nespoli, con il pareggio che permane ancora. In caso di 1-1 al fischio finale, si andrà ai calci di rigore per assegnare il trofeo Simeoni-Simon Mossa!

88′ – Ancora Spano sugli scudi, bel destro potente a rientrare ma troppo centrale.

85′ – Primi due cambi della Corsica: dentro Massoni e Anziani per Marchetti e Mandrichi. Mereu invece sostituisce Sirigu e Nuvoli, dentro Pitzalis e Bianco.

82′ – Ancora Cabella pericoloso: piatto destro del numero 10 corso su cross da sinistra, Congiu ci mette il piede e sbroglia.

77′ – Vicinissima al vantaggio la Natzionale! Prima grande azione del trio Bianchi-Spano-Cocco, con tiro del centravanti cagliaritano su cui risponde presente Penneteau, deviando in angolo. Sul corner Sirigu stacca tutto solo al centro dell’area, ma schiaccia troppo il pallone che finisce fuori.

73′ – Altra mini-rissa, dopo quella del primo tempo: fallo di Pinna su Cabella, con i compagni del fantasista del Saint-Etienne subito scattati a difenderlo. Giorgetti ha il suo da fare, prima di ammonire il numero 2 della Natzionale per il fallo.

68′ – Ruzittu salva tutto! Grande parata del portiere dell’Arzachena che si oppone alla grande al destro del solito Cabella, servito con un filtrante in area da Mandrichi.

62′ – Ancora Spano pericoloso sulla sinistra, cross teso al centro per Ladu ma il capitano del Lanusei non riesce ad arrivare sulla sfera.

59′ – Occasionissima per la Corsica! Cross da sinistra dell’inesauribile Santelli per il colpo di testa di Mandrichi, tutto solo, che però spreca tirando altissimo. Subito la risposta sarda con il bel mancino di Pietro Ladu da 30 metri, palla di poco alta!

58′ – Proteste per la Natzionale: Cocco finisce a terra in area corsa chiedendo il rigore, ma Giorgetti lascia continuare.

57′ – Si accende Spano: cross mancino per Cocco che non riesce ad arrivare sul pallone. Intanto altro cambio per Mereu: fuori Deiola, dentro Ladu.

55′ – Ancora poche occasioni da gol nel match, ma in questo inizio di ripresa il livello del gioco è salito, quantomeno a livelli di intensità.

52′ – Pinna soffre terribilmente la verve di Santelli: ennesimo cross radente da sinistra, Mandrichi non ci arriva e Congiu può liberare.

Con l’uscita di Molino, sembra Deiola il trequartista dietro la coppia Spano-Cocco. Bianchi è il nuovo regista, con Giorico e Nuvoli mezze ali.

46′ – Pronti via, subito Mandrichi pericoloso con un bel destro da fuori, palla altissima.

21.55 – Manca poco alla ripresa del gioco: Mereu ha pronti sei cambi, l’ingresso di Bianchi, Congiu, Ruzittu, Cocco, Spano e Giorico. Fuori Pani, Virdis, Mancosu, Molino, Cabeccia e Aresti.

45′ – Sardegna in avanti: Mancosu per Pinna, cross dalla destra per Nuvoli, palla strozzata e facile preda di Penneteau. Dopo un minuto di recupero, il signor Giorgetti manda le due squadre negli spogliatoi sul risultato di 1-1. A più tardi con la ripresa!

43′ – Punizione dal limite insidiosissima per la Corsica: batte Cavalli col mancino, la barriera ribatte, poi ancora il numero 8 corso si inventa un tiro in controbalzo che per poco non beffa Aresti.

41′ – Al netto di qualche sbavatura individuale, buona finora la prova della difesa sarda, nettamente il reparto più impegnato in questo primo tempo.

38′ – Ancora Cabella: il 10 corso sfrutta un errore di Pinna, serve Mandrichi il cui destro dal limite però è abbondantemente largo.

36′ – La trama tattica del match finora è questa: Corsica a fare la partita, con il fenomeno Cabella protagonista assoluto, Sardegna a contenere in attesa di ripartire, ma finora Virdis e Mancosu non hanno ancora visto un pallone giocabile.

34′ – Prova a farsi vedere di più Deiola, elemento di maggior spessore della Natzionale, ma non sempre riesce a lasciare il segno. Tanta animosità in campo!

30′ – Ennesimo intervento energico di Bocognano su Pinna, con Emerson pronto a battere una sorta di corner corto.

26′ – Si vede come i giocatori corsi siano più abituati a giocare insieme rispetto ai sardi, anche se tutti i palloni o quasi passano per i piedi educatissimi di Remy Cabella.

23′ – Si scaldano gli animi: Cahuzac, Nuvoli e Pani tra i più attivi, con Cabella e Deiola a cercare di tornare a più miti pensieri. Come dicevamo in precedenza, è partita vera!

20′ – Bel recupero di palla di Mancosu, Virdis prova a lanciarlo sulla corsa ma sbaglia la misura del passaggio.

15′ – È partita vera, con qualche scambio di cortesie tra i calciatori delle due diverse nazionali. Uno dei più bersagliati, ovviamente, il numero 10 Cabella.

13′ – Ancora Cabella protagonista: brutto fallo di capitan Pani ai suoi danni sulla trequarti, sulla punizione palla a Santelli il cui cross è messo in angolo da Cabeccia.

Pareggio quasi immediato degli ospiti: errore difensivo di Cabeccia che sbaglia i tempi dell’intervento, palla al 10 della Corsica che fredda Aresti con un destro secco sul primo palo. 1-1!

10′ – GOL DELLA CORSICA! CABELLA!!

Subito in vantaggio la Natzionale: punizione di Emerson, respinta così così di Pennetau, colpo di testa di Cabeccia con la palla che, con qualche difficoltà, entra in porta. 1-0!

8′ – GOOOOOOOOL DELLA SARDEGNAAAA!!! CABECCIA!!!!!!!

5′ – Grande tecnica per Remy Cabella, che ha subito deliziato i presenti con un paio di magie sul lato corto dell’area di rigore sarda. Dall’altra parte è Molino a farsi vedere, guadagnando un bel calcio di punizione.

Iniziata la gara! La Sardegna attacca da sinistra a destra, con Mereu che sceglie il 4-3-1-2 per la sua Natzionale, con Sirigu jr. (già titolare a Nuoro) terzino sinistro, con l’olbiese Pinna sull’altra fascia. Dall’altra parte il duo Cabella-Cavalli ispira l’unica punta Mandrichi.

Altrettanti applausi anche per l’esecuzione del Coro di Ittireddu, ora è davvero tutto pronto per l’inizio del match!

Tanti applausi per l’inno corso, con tanto di “Francia, Francia, vaff…” gridato dalla Curva riservata agli ultras della Natzionale, coro apprezzato dai coristi corsi…

20.45 – Ecco i 22 in campo, accompagnati da tanti bambini: Sardegna con il completo biancoverde, ospiti in nero.

Entrano in campo i componenti delle panchine delle due nazionali: curiosamente, la Sardegna si sistema nella panchina solitamente riservata agli ospiti, lasciando quella “di casa” alla Corsica. In campo anche il coro di Ittireddu, che eseguirà l’inno sardo Procurare ‘e moderare.

Tutto pronto per l’inizio del match, ma prima i saluti istituzionali: presente l’assessore regionale al Turismo, Gianni Chessa, insieme al presidente della Corsica Gilles Simeoni (che parla in corso, tanto simile al gallurese), affiancati dalla madrina della serata, Caterina Murino, il ceo di Eye Sport Alessandro Ariu (che ha consegnato a Chessa una maglia della Natzionale numero 10, regalata a un giovane tifoso) e dal presidente della Fins Gabrielli Cossu.

20.20 – A Olbia si vive una piacevole serata che anticipa l’estate, condizioni ideali per disputare il derby delle isole. Arbitro del match il signor Valentin Giorgetti di Bastia, assistito da Marogna e Fanzecco, quarto uomo Piseddu.

Queste le panchine – Sardegna: Ruzittu, Vigorito, Pitzalis, Congiu, Ghiani, Giorico, Ladu, Bianchi, Bianco, Spano, Cocco. Per la Corsica: Sollacaro, Cioni, Lippini, Anziani, Rocchi, M. Penneteau, Tramoni, Tomi, Massoni.

La Corsica di mister Cavalli risponde con: N. Pennetau; Poggi, Bocognano, Coulibaly, Grimaldi; Santelli, Cahuzac, Marchetti, Cavalli, Cabella, Mandrichi.

20.18 – Ecco gli undici di Mereu: Aresti; Pinna, Cabeccia, Sirigu, Emerson; Deiola, Pani, Nuvoli; Molino; Virdis, Mancosu.

20.15 – Amici di Centotrentuno.com benvenuti allo stadio Bruno Nespoli di Olbia dove tra poco meno di 15 minuti scenderanno in campo le nazionali di Sardegna e Corsica, per il trofeo Simeoni-Simon Mossa!

a cura dell’inviato a Olbia Francesco Aresu

Sponsorizzati