agenzia-garau-centotrentuno
cagliari-verona-nandez-sanna-centotrentuno

Cagliari-Nández: una tregua armata che fa bene a Semplici e al mercato

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

I social tolgono, i social danno. Un giorno sono il manifesto pubblico della rottura, un altro segnali di possibile riavvicinamento. O, almeno, di una tregua armata fino alla prossima puntata.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Tregua da tre punti

Dopo un silenzio rossoblù che durava dal 9 agosto, giorno del famoso post di scuse ai tifosi, ma anche della famosa promessa mancata, oggi Nahitan Nández ha colorato nuovamente la sua pagina Instagram con i colori del Cagliari. Alcune storie dell’allenamento tra palestra e campo e una foto mentre solleva i pesi. In una vicenda nella quale una parola è poca e due sono troppe, ogni novità che appare sugli schermi diventa interpretazione. Lo Spezia all’orizzonte, un centrocampo ai minimi termini e il León ancora al centro sportivo di Assemini con il gruppo. Tre indizi che fanno una prova o almeno provano a costruirla. Una tregua armata che conviene a tutti, al giocatore il cui muro contro muro non aiuta a livello di immagine con le pretendenti, a Semplici che ha bisogno di tutte le forze a disposizione per l’esordio in campionato, alla società che così può mostrare maggiore forza su chi si era già travestito da avvoltoio al tavolo delle trattative.

Caccia all’offerta

Trattative che ora appaiono in ghiaccio. Schermaglie mediatiche di cadute improvvise, una sorta di quiete prima della tempesta. Se Nández dovesse essere ancora rossoblù a settembre avrebbe del clamoroso, soprattutto visto quanto accaduto, dichiarato e scritto dai protagonisti da giugno in poi. Il Tottenham, ultimo della lunga lista di club interessati al León, ha messo in stand-by quello che era a tutti gli effetti un obiettivo da perseguire. Le altre inglesi, Leeds su tutte ma anche il West Ham, hanno fatto un deciso passo indietro. In Italia, invece, l’Inter attende senza spingere, consapevole di avere da tempo l’accordo con il centrocampista di Maldonado, ma non quello con Tommaso Giulini. Un’attesa che potrebbe diventare occasione di riallacciare i rapporti e, si sa, l’occasione fa l’uomo ladro. Perché non va dimenticato che la tregua armata vale comunque tre milioni di euro a stagione per 4 anni, tanti quanti quelli offerti dai nerazzurri a Nández.

Il Cagliari, dal canto suo, appare consapevole che il destino è segnato, ma non si rassegna a trarre il massimo possibile da una cessione quasi inevitabile. La caccia a destinazioni alternative non è finita, ma le nuvole nerazzurre restano all’orizzonte. La testa è allo Spezia, ma volenti o nolenti i liguri saranno una parentesi, importante perché da tre punti, tra un mercato che vivrà giorni intensi. Con Nández in primo piano, ovviamente.

Matteo Zizola

 

Al bar dello sport

22 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti